Stop alle panzane sugli aumenti dei prezzi

Argomento: News consumatori [1]

 
COMUNICATO STAMPA
 
Stop alle panzane sugli aumenti dei prezzi
 
Roma, 21 - Ha pienamente ragione il vicepresidente di Mercati Associati Massimo Pallottini a condannare chi, per attirare l’attenzione, spara cifre a caso sugli aumenti dei prezzi.
A dichiararlo è l’Unione Nazionale Consumatori che considera questa una pratica ormai intollerabile che si ripercuote negativamente sulle tasche dei consumatori.
Dire che il pane, la pasta, il formaggio o la carne, sono aumentati del “tanto per cento” -prosegue la nota dell’associazione- non ha alcun senso. Dove, come e chi ha rilevato i prezzi? Di pane ne esistono 350 tipi, oltre 300 di formaggi e 32 tagli di carne bovina tra quarto anteriore e quarto posteriore. Non solo, ci sono quasi 200.000 negozi di alimentari, più di 8.000 supermercati e 2.700 discount senza contare mercati rionali e bancarelle varie.
“L’effetto annuncio -commenta l’avvocato Massimiliano Dona, segretario generale dell’associazione-  spesso si tramuta in un assist involontario per gli speculatori che colgono al volo l’occasione per aumentare i prezzi.
Riteniamo una proposta accettabile -conclude l’avvocato Dona- quella fatta da Pallottini a Mister prezzi di aprire un tavolo di confronto tra associazioni dei consumatori, ordini professionali dei giornalisti e dei comunicatori di impresa e rappresentanti degli istituti incaricati del rilevamento dei prezzi”.
 
 
Roma, 21 febbraio 2008


Collegamenti

  [1] http://www.difesamalato.it/module-News-view-topic-40.phtml
  [2] http://www.difesamalato.it/module-News-display-sid-207.phtml