A carnevale...non ogni scherzo vale

Argomento: News consumatori [1]

 
COMUNICATO STAMPA
 
A Carnevale non tutti gli scherzi valgono:
vietato lanciare uova e girare mascherati
 
 
Roma, 30 -  Ma chi l’ha detto che a Carnevale ogni scherzo vale? Lo precisa l’Unione Nazionale Consumatori segnalando che sono vietati i cioccolatini al sapone, le caramelle al pepe o all’aglio ma anche le polveri per starnutire, i tramezzini con prosciutto di plastica e ogni altro gioco analogo d’imitazione.
“A prevederlo è il decreto legislativo n. 73/1992 -dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’associazione- che stabilisce un’ammenda fino a 1.032 euro. Ma è vietato anche comparire mascherato in luogo pubblico in base all’articolo 85 del testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza, sotto pena di una sanzione da 10 a 103 euro. Se poi il contravventore si rifiuta di togliere la maschera alla richiesta degli agenti di polizia, rischia un’altra sanzione sempre da 10 a 103 euro”.
Prende una multa fino a 103 euro -ricorda sempre l’avvocato Dona- anche chi tira uova o pomodori sugli abiti della gente (imbrattamento di cose altrui, articolo 639 del Codice penale)”.
Vietatissime anche le fiale puzzolenti, equiparate alle emissioni di gas “atte a molestare persone” a norma dell’articolo 674 del Codice penale che prevede un’ammenda fino a 206 euro.
 
 
Roma, il 30 gennaio 2008


Collegamenti

  [1] http://www.difesamalato.it/module-News-view-topic-40.phtml
  [2] http://www.difesamalato.it/module-News-display-sid-200.phtml